Con oltre dieci anni di attività e tour in tutta Europa, i “Bastards” si sono imposti nel panorama Irish folk-rock grazie alle loro trascinanti esibizioni live, ma anche alla profonda conoscenza della musica tradizionale, così come della cultura e della società irlandese.
Solo negli ultimi tre anni la band ha suonato oltre 400 concerti in tutta Europa, tra cui Oranjerock (Netherlands), Shamrock Festival (Germany), Aymon Folk Festival (France), Fairylands, Celtica e Bustofolk (Italia), e date assieme ad artisti del calibro di Dropkick Murphys, Flogging Molly, Skerryvore, Dublin Legends, Frank Turner, Paul McKenna Band e molti altri ancora.

L’ultimo album “Handmade” (2017) è un ulteriore passo in avanti sulla strada scritta giorno per giorno con passione e dedizione in questi dieci anni di attività. Un disco “fatto a mano”, composto, arrangiato e prodotto dalla band stessa; un disco che vuole prendere ancor più le distanze dagli stereotipi e dai cliché del genere, un disco che vuole farvi cantare, danzare ma anche commuovere e gioire sulle note senza tempo di un reel o di un’aria lenta.

Come riportava una recensione del precedente “Get The Folk Out!” (2014), Uncle Bard & The Dirty Bastards “non pretendono di essere irlandesi, bensì rendono omaggio con il massimo rispetto a musica e cultura irlandesi. Come fossero dei figli adottati di Irlanda, sono riusciti a portare una vera ventata di freschezza nella scena Celtic Rock europea” (Celtic FolkPunk ‘zine).

Per informazioni

Jacopo
+39 348 542 3671
booking@keltit.com

Per informazioni o disponibilità non esitare a contattarci!

Materiale

Video